10 Effetti negativi dei social media sulle persone e sul mondo

I social media sono fantastici con tutto il loro divertimento. Ma quali sono i suoi effetti negativi o i potenziali rischi a cui devi fare attenzione?

Gli effetti negativi dell'uso dei social media sono molti. Naturalmente, ci sono dei vantaggi nell'usare queste piattaforme, ma un loro uso eccessivo comporta delle conseguenze.

Da Facebook a YouTube, da Snapchat a TikTok, i social network sono cresciuti fino a diventare i centri di intrattenimento del mondo. E nel loro tentativo di ottimizzare le loro piattaforme, le società di social media hanno finito per creare molti utenti dipendenti.

Questi pesanti utenti dei social media sono la linfa vitale che alimenta il modello di social business. Quindi, più bulbi oculari, meglio è. Ma l'uso eccessivo dei social media non ti fa bene? Questo post ti mostra i primi 10 effetti negativi dei social media sulle persone.

Suggerimenti per ridurre gli effetti negativi dei social media

L'uso dei social media ha molti vantaggi. Tuttavia, le applicazioni della psicologia umana e altre intuizioni nei loro progetti stanno creando problemi alle persone. Quindi, una volta che ti ritrovi a mettere in discussione le tue interazioni sui social media, allora è il momento di considerare di allontanarti.

Se puoi confermare che i social media stanno influenzando negativamente la tua vita o chi ti è vicino, la soluzione migliore è smettere di usarli completamente. Questo può essere difficile, quindi ecco alcuni altri suggerimenti per aiutarti.

  • Puoi limitare l'uso dei social media a momenti specifici della giornata. Ad esempio, solo la mattina, durante la pausa o prima di andare a letto.
  • Puoi anche impostare limiti di tempo per le tue interazioni sui social media cronometrando te stesso ogni volta che utilizzi una piattaforma social.
  • Impara a evitare l'uso dello smartphone al lavoro, durante i pasti in famiglia, quando parli con i tuoi figli e in altri momenti importanti della giornata.
  • Se hai acquistato uno smartphone per tuo figlio, imposta i limiti in anticipo. Questo può includere orari di utilizzo specifici o nessun telefono a letto.
  • Elimina le app dei social media dal tuo telefono, poiché sono ottimizzate per disturbarti. Meglio visitare le piattaforme social dal tuo browser.
  • Disattiva tutte le notifiche sui social media.

I principali effetti negativi dei social media

Ecco i 10 maggiori effetti negativi dei social media:

1. Dipendenza dai social media

La dipendenza dai social media è caratterizzata da un'elevata preoccupazione per i social media e dal costante impulso ad accedere e vedere cosa sta succedendo. Sebbene possa sembrare una semplice dipendenza comportamentale, gli effetti negativi sulla vita dell'utente possono essere reali quanto quelli dell'abuso di sostanze.

L'uso delle piattaforme social è stato ottimizzato per indurre la produzione di dopamina nella mente dell'utente, allo stesso modo in cui lo fanno le droghe e il gioco d'azzardo. E questo porta al comportamento sempre ricorrente del controllo degli aggiornamenti di stato e della navigazione incessante.

Se hai motivo di controllare il tuo uso dei social media o quello di qualcun altro, rispondere sì a 3 o più delle seguenti domande dovrebbe essere un'indicazione di una potenziale dipendenza dai social media.

  • Sei costantemente con il telefono o controlli gli aggiornamenti?
  • Controlli il tuo account nel bel mezzo di una conversazione?
  • Hai mai mentito su quanto tempo dedichi alle app social?
  • Ti ritrovi a trascurare il tuo lavoro a causa dei social media?
  • Vedi i social media come un rifugio dal mondo fisico?
  • Hai sempre voglia di condividere qualcosa online?
  • Hai provato a ridurre l'uso dei social media e hai fallito?

2. Narcisismo

Il narcisismo è un focus estremo sulla tua immagine pubblica. Questa è la tua personalità dell'ego. Ora, un po' di narcisismo fa bene a tutti noi, ma troppo no.

Il problema è che i social network piacciono Facebook più Instagram concentrati sulla condivisione di immagini dell'aspetto esteriore di una persona, dei successi nella vita e così via. Questo spinge le persone a fare quasi tutto, solo per ottenere piace più seguaci – in altre parole, narcisismo.

Narciso della mitologia greca si innamora del suo riflesso in uno stagno e rifiuta ogni altra cosa della vita, compresi gli amanti e il cibo. Alla fine muore vicino allo stagno, totalmente innamorato di se stesso.

Come con Narciso dal cui nome si evolve la parola narcisista, una volta che una persona diventa troppo concentrata sul proprio ego, le persone intorno a lui soffrono. Ciò include i propri cari, i membri della famiglia e, soprattutto, i coniugi.

Naturalmente, il narcisismo esisterà sempre nelle società umane. Ma la ricerca mostra che i giovani adulti che sono frequenti utenti dei social media sono più inclini al narcisismo grandioso.

3. Depressione e stress

Dato che tutti cercano di ottenere quanta più attenzione e like possono, non sorprende che la stragrande maggioranza degli influencer spesso metta in scena i propri servizi fotografici. Cioè, condividono solo i loro lati positivi con il mondo.

Questo alla fine porta a una sensazione di inadeguatezza per l'utente medio, perché sembra che tu non possa essere all'altezza. O che non sei bravo come gli sgargianti influencer.

Il risultato finale è spesso la depressione, poiché sembra che tutti stiano meglio di te. Può anche portare a stress nella vita di tutti i giorni o isolamento dalle attività della vita reale.

4. Perdita di produttività

Numerose studi hanno dimostrato che i social media interrompono il lavoro e la produttività in generale. Diamo il massimo della nostra produttività quando ci concentriamo, ma le notifiche dei social media sanno come interrompere quei momenti concentrati.

Secondo Pew Research, 77% di lavoratori segnalare l'utilizzo dei social media al lavoro. E considerando che i lavoratori trascorrono fino al 30% del loro tempo sui social media, diventa chiaro il motivo per cui molte aziende hanno politiche sui social media o divieti assoluti in atto.

Tuttavia, se sei un lavoratore autonomo o fai parte della gestione aziendale, scoprirai che disattivare le notifiche o impostare del tempo al di fuori del tuo programma di lavoro per navigare e socializzare può essere molto utile per aumentare la tua produttività.

5. Problemi di relazione

Siamo animali e questo significa che oltre al ragionamento, ci emotiamo anche. Le piattaforme social ne sono consapevoli, ecco perché ricevi emoji ed emoticon dappertutto.

La verità, tuttavia, è che certe emozioni richiedono la vicinanza fisica per essere veramente efficaci attraverso la risonanza, qualcosa chiamato vibing. Sicuramente, puoi avere una buona intesa con qualcuno sul web, ma puoi solo vibrare veramente con quella persona fisicamente.

Un altro problema è il sano sviluppo psicologico degli adolescenti. Gli esseri umani hanno bisogno di interazioni fisiche per un corretto sviluppo psico-emotivo, qualcosa che i social media da soli non possono offrire.

6. Abbassare l'autostima

Un altro effetto negativo è la minore autostima. Ciò è particolarmente evidente su siti come Instagram, dove tutti sono in forma con una confezione da sei e un corpo perfetto.

Questi modelli hanno migliaia di seguaci e vendono tutti i tipi di esercizi di perdita di peso e bodybuilding, video e gadget più recenti.

Ciò che la maggior parte dei loro follower non riesce a capire è che non saranno mai come quei modelli. Perché spesso passano l'intera giornata ad allenarsi per molti anni per essere così. Le persone normali devono lavorare durante il giorno, viaggiare o avere bambini.

Ma i follower credono di dover sembrare sexy come le modelle e questo spesso si evolve in una bassa autostima che potrebbe portare all'abuso di sostanze, compromettere il lavoro o il rendimento scolastico e creare altri problemi personali.

7. Menti intorpidite

La maggior parte degli utenti dei social media ha l'abitudine di navigare senza pensare tra le proprie piattaforme preferite. Questo rende le loro menti intorpidite come guardare la televisione.

Da quando i social media sono diventati una distrazione e una fuga dal mondo reale. Gli utenti spesso si rivolgono ai loro telefoni quando si sentono soli o ansiosi, nel tentativo di staccarsi dalla realtà davanti a loro.

Tale comportamento porta a livelli più bassi di creatività, iniziativa e capacità di risoluzione dei problemi. E questo a sua volta aumenta lo stress, i problemi personali e le conseguenze negative che potresti aver evitato.

La soluzione è affrontare i problemi a testa alta. Non permettere che i tuoi problemi continuino a crescere finché non ti sfuggono di mano. Lavora prima per risolvere i tuoi problemi, poi socializza quando hai tempo libero.

8. Notizie false

Le fake news sono informazioni errate che vengono spesso utilizzate per influenzare e manipolare gli utenti dei social media. Esistono due tipi di fake news: disinformazione e disinformazione.

La disinformazione è semplicemente una notizia che è cambiata rispetto al contenuto originale, principalmente a causa di persone diverse che interpretano gli eventi originali in modo diverso e trasmettono le loro interpretazioni come reali. La disinformazione è una notizia che si crea con l'intento di ingannare.

La maggior parte degli utenti dei social media sono vittime di notizie false perché spesso credono a qualunque cosa credano i loro amici sui social media. Quindi, se tutti stanno protestando contro una particolare questione politica, allora tutti gli altri si uniscono al movimento perché lo è trend. E di solito senza condurre alcuna ricerca.

Anche per coloro che cercano di trovare informazioni imparziali, le funzionalità di ricerca dell'IA possono per lo più restituire risultati che sono solo in linea con i pregiudizi dell'utente, peggiorando così il problema.

9. Invasioni nella privacy

Big Tech sa tutto di te perché sei tu ad alimentare le loro macchine e algoritmi con tutte le informazioni di cui hanno bisogno.

A parte le piattaforme che estraggono i tuoi dati e li usano per qualunque cosa vogliano, ci sono altri problemi di privacy da notare.

I social media vengono spesso utilizzati per diffondere spyware che possono rubare informazioni dal tuo telefono o computer. O ransomware per estorcerti denaro. 

Altro il malware i tipi includono botnet per attacchi DDoS e mailing di spam. Oltre al phishing, in cui l'attore malintenzionato troverà un modo per indurti con l'inganno a rivelare le tue informazioni personali come numeri di carta di credito, password e così via.

10. Cyberbullismo

Il cyberbullismo è un problema serio tra gli adolescenti e riguarda tutto, dall'aspetto alla razza, all'intelligenza, alla sessualità, alla religione e ad altri problemi.

Con la maggior parte degli adolescenti disponibili online, oltre il 60% ha subito una sorta di cyberbullismo secondo Pew Research. Ma non finisce qui, poiché anche gli adulti sono vittime di molestie online.

Le persone vittime di bullismo sono spesso introverse o lunatiche. Il loro rendimento scolastico potrebbe diminuire, potrebbero perdere interesse per la scuola, cambiare le abitudini alimentari e del sonno o cercare di fare nuove amicizie.

Le piattaforme di social media ne sono ben consapevoli, quindi hanno modi per farti segnalare bulli e altri con comportamenti offensivi.

Conclusione

Arrivando alla fine della nostra lista dei 10 effetti negativi dei social media sulle persone, hai visto l'altra parte del Web2.0 e i potenziali pericoli del suo uso eccessivo.

Tuttavia, queste piattaforme hanno ancora i loro vantaggi. Quindi sta a te capire quanto ti sono utili e decidere quanto o poco vuoi usarli.

Nnamdi Okeke

Nnamdi Okeke

Nnamdi Okeke è un appassionato di computer che ama leggere una vasta gamma di libri. Ha una preferenza per Linux su Windows/Mac e lo sta usando
Ubuntu sin dai suoi primi giorni. Puoi beccarlo su Twitter tramite bongotrax

Articoli: 278

Ricevi materiale tecnico

Tendenze tecnologiche, tendenze di avvio, recensioni, entrate online, strumenti web e marketing una o due volte al mese

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *