Come costruire un marchio redditizio per le startup in fase iniziale

Cerchi modi per far crescere la tua start-up? Ecco alcuni modi proficui di costruzione del marchio per aiutarti a far crescere la tua startup in fase iniziale.

Costruire un marchio sostenibile è l'esercizio più faticoso ma redditizio che una startup tecnologica possa affrontare, soprattutto nei suoi anni verdi.

Che cos'è una startup in fase iniziale?

Generalmente, ci sono circa sei fasi di fasi di crescita della startup a partire dal pre-seme, seme, a inizio, crescita, fase di espansione e finendo all'uscita.

Anche se non tutte le aziende passano attraverso questa sequenza a causa delle incertezze del mercato e delle rapide transizioni tecnologiche. Una startup in fase iniziale è un'azienda in una fase di crescita che ha ottenuto una certa trazione con lo sviluppo di prodotti tangibili, i risultati dei test di mercato del proprio MVP, insieme a una base di clienti consolidata e il lavoro per un flusso di cassa positivo. 

Si può dire che le startup in questa fase sono ancora nella fase di convalida del prodotto, dove testano continuamente la loro soluzione con il mercato e perfezionano in base alle metriche.

Tali aziende sono sempre alla ricerca di partnership strategiche e opportunità di finanziamento di VC in modo da poter salire di livello. Di solito devono affrontare problemi come una profonda mancanza di denaro, tempo e risorse quando cercano di scalare. Pertanto, la fase iniziale è una fase molto critica del processo di crescita di un'azienda.

Perché le startup in fase iniziale dovrebbero preoccuparsi del branding?

Bella domanda! 

Per dirla in modo più succinto, perché le aziende in fase iniziale dovrebbero investire nella costruzione del marchio quando non hanno ancora raggiunto un adattamento al mercato del prodotto? Quando tutto ciò che hanno è probabilmente un prodotto ancora in lavorazione e un sacco di incertezza sul fatto che sarà un enorme successo o un fallimento mediocre.

Perché dovrebbero preoccuparsi? Come farebbero a fare il marchio in questa fase senza accumulare un impero di costi? 

Questo è ciò che questo articolo cerca di rispondere nei prossimi due paragrafi.

Le startup in fase iniziale dovrebbero essere attivamente coinvolte nel branding semplicemente perché non è mai troppo presto per iniziare la costruzione del marchio per le nuove startup. Un messaggio di marca fa appello ai potenziali clienti, non a te, l'imprenditore; quindi vuoi mettere i clienti al centro di tutti i tuoi perni di crescita invece di concentrarti esclusivamente sullo sviluppo del prodotto.

È importante sviluppare la voce e il tono del tuo marchio da zero perché il marchio fa il business. Un buon marchio crea una connessione emotiva con le persone giuste, attraverso il canale giusto, in qualsiasi momento, in qualsiasi giorno. Inoltre, non puoi mai dire chi potrebbe guardare!

Strategie redditizie di costruzione del marchio per le startup in fase iniziale

Ecco le strategie di costruzione del marchio per le startup in fase iniziale:

1. Effettuare ricerche approfondite sui clienti target

Essendo una startup in fase iniziale, è probabile che tu non abbia tutte le risposte. Lungi da questo, in pratica, tutto ciò che hai è un'idea che stai spingendo a causa del suo alto potenziale per diventare un'azienda multimiliardaria, la tua passione per quello che fai, e basta! 

Bene, questo è un buon punto di partenza, ma prima di andare all-in devi fare un salto di qualità superiore conducendo intense ricerche di mercato su ciò che risuona davvero con il mercato. Questo è ciò che riguarda principalmente la fase iniziale dell'avvio, comunque.

Prima di costruire un marchio come startup, devi scoprire cosa è attualmente il bestseller nella tua nicchia. Osserva le aziende consolidate e prendi nota di come pubblicizzano i loro marchi sul mercato.

Questa intuizione ti aiuterà a posizionare il tuo marchio prima o poi. L'obiettivo è avere dimestichezza con i tuoi clienti ideali, cosa gli piace, i loro modelli di spesa, le preferenze tecnologiche e simili.

Nella creazione di una startup scalabile, la tua offerta di prodotti dovrebbe adattarsi facilmente alle nuove tendenze tecnologiche. Quando sei in grado di dimostrare ai clienti la tua adattabilità alle nuove tendenze, allora hai già un marchio in movimento. Anche la tua strategia di branding dovrebbe essere flessibile per soddisfare il tuo gruppo target. 

Ricorda, le aziende in fase iniziale non hanno ancora la certezza del mercato, sono ancora in fase di test del prodotto e sviluppo di MVP. Quando si verifica ciò che funziona, non essere troppo rigido su un metodo o una soluzione particolare.

Cerca attivamente nuove tecnologie e incorporale nel tuo prodotto finale. È tipico per le startup in fase iniziale concentrare le proprie energie sullo sviluppo del prodotto, ma la ricerca di nuove tendenze tecniche può dare loro un sopravvento sulla concorrenza. 

3. Sfrutta le strategie di branding digitale

Il branding redditizio non avviene dall'oggi al domani, ma uno strumento che le startup in fase iniziale possono sfruttare per raggiungere i propri obiettivi di visibilità più velocemente è Internet.

Quasi tutte le aziende sono rappresentate online in questa era digitale. In sostanza, Internet è affollato di campagne di marketing sia di aziende affermate che di giovani startup. 

Le nuove aziende startup possono trarre vantaggio dagli strumenti di marketing digitale e costruire quella connessione emotiva di cui hanno disperatamente bisogno per creare con il loro pubblico.

Gli imprenditori possono sfruttare i canali digitali come piattaforme di social media, blog, siti Web, YouTube, e-mail e newsletter aziendali, per pubblicizzare le proprie attività con un budget ridotto.

Un'altra strategia consiste nel creare un seguito consolidato online fornendo contenuti di valore in modo coerente e offrendo consigli di esperti sui problemi del tuo settore. Il mantenimento di una presenza digitale si aggiunge alla tua immagine aziendale complessiva a lungo termine.

4. Posizionamento aziendale

Vorrei poter dire che dovresti cercare di essere ovunque per costruire un grande marchio. Ma è interessante notare che devi solo essere di fronte al tuo mercato di riferimento per farti conoscere, apprezzare e infine fidarti per offrire valore. 

In primo luogo, il tuo modello di business determinerà il segmento di mercato che stai principalmente servendo tra tutti i calibri di persone là fuori. Il posizionamento della tua attività si applica solo a un gruppo specifico di persone a cui è destinato il tuo prodotto.

Fare questo con successo richiederà di posizionare strategicamente la tua attività dove i tuoi clienti principali vedranno la bontà che offri, perché dovrebbero acquistare da te e come il tuo prodotto darà loro un grande vantaggio nella vita.

Ad esempio, supponendo che i principali utenti di un prodotto siano persone di età compresa tra 60 e 70 anni, concentrarsi sulle strategie di branding online potrebbe non essere fruttuoso come i canali fisici e altri non digitali.

Certamente, ci sarà una reazione iniziale di scetticismo quando raggiungerai il mercato come una nuova attività, ma con coerenza puoi rivendicare la tua quota di mercato e persino ridimensionare la tua attività nel tempo.  

5. Imballaggio visivo

Una massima popolare dice "vedere per credere". Gran parte del branding in fase iniziale risiede nella rappresentazione visiva di una nuova attività. Cose come il logo, lo schema di colorazione del marchio e persino la scelta del nome di un'attività non dovrebbero essere presi alla leggera o decisi d'impulso.

Un logo, ad esempio, racconta la storia del tuo marchio solo con pochi elementi, mentre il nome di un marchio determina fino a che punto ti spingeresti come azienda nello spazio imprenditoriale. Immagina un tale potere mascherato da elementi così trascurabili! 

Occorre prestare molta attenzione a queste cose all'inizio, abbiamo visto come le aziende potenti hanno dovuto cambiare il marchio in una fase molto successiva per catturare tutto ciò che rappresentano. 

Se puoi, investi in professionisti per progettare il logo della tua azienda e aiutarti a decidere il nome di un marchio, in linea con i tuoi valori e principi fondamentali.

Insomma

Costruire un marchio redditizio per le startup in fase iniziale richiede coerenza sia in termini di qualità del prodotto, esperienza del cliente, canale di comunicazione del marchio e messaggio centrale durante tutte le fasi di crescita.

Devi presentarti ogni giorno, sette giorni su sette, quattro settimane al mese e ogni singolo mese di un anno con la stessa unicità. Il risultato è che i tuoi clienti ideali si abitueranno al tuo prodotto e ti aiuteranno a promuoverti senza troppi sforzi di marketing da parte tua.

Joy Gabriel

Joy Gabriel

Joy è appassionata di aiutare le startup e le aziende a raggiungere il loro pieno potenziale attraverso i suoi scritti. Business strategist ed esperta finanziaria, capisce cosa significa essere nello spazio imprenditoriale. Ama cucinare e cantare quando non lavora.
Puoi connetterti con lei tramite LinkedIn.

Articoli: 20

Ricevi materiale tecnico

Tendenze tecnologiche, tendenze di avvio, recensioni, entrate online, strumenti web e marketing una o due volte al mese

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *