Bootstrapping: significato, vantaggi, svantaggi e altro

Stai pensando di avviare una startup ma non sei sicuro che sia la tua opzione migliore? Ecco uno sguardo dettagliato alla pratica e cosa può significare per le tue idee e per il futuro.

Il bootstrap di una startup può essere una cosa difficile da fare. Ma molti fondatori lo hanno fatto e ci sono riusciti più e più volte. Quindi, è possibile.

Avviare una startup significa finanziarla interamente senza capitali esterni. Potresti usare i tuoi risparmi o prendere in prestito denaro dai tuoi amici e parenti. Ma questo è tutto.

Radicato nella frase "tirati su per i tuoi bootstrap", questo processo è così difficile che molti lo ritengono impossibile, specialmente quando si tratta di startup tecnologiche. Quindi, questi fondatori spesso optano per angelo o finanziamento VC.

Questo articolo esamina il processo di bootstrap per vedere come possono andare le cose e se le sue difficoltà possono valerne la pena a lungo termine.

Cos'è Bootstrap?

Avviare una startup significa lanciare e far crescere l'azienda senza investimenti esterni. Una società bootstrapped opera senza angel o investimenti di capitale di rischio di alcun tipo.

Ciò significa spesso che il fondatore oi fondatori sono responsabili di mantenere in esecuzione le operazioni dell'azienda fino a quando non raggiunge il pareggio o diventa redditizia.

Le startup bootstrap sono generalmente snelle ed efficienti, ma richiedono molto più tempo e sudore del fondatore rispetto a un angelo o una società finanziata da VC.

Sul lato positivo, la mancanza di investimenti esterni significa anche una mancanza di interferenza esterna nelle operazioni della startup. I fondatori di startup bootstrap di solito hanno più libertà e controllo sulla loro azienda rispetto a coloro che hanno "soldi esterni".

Chi può avviare un'azienda?

Chiunque può avviare una startup, purché sia ​​in grado di fornire ciò di cui l'azienda ha bisogno per crescere verso la redditività. Ciò include capitale, esperienza e equità del sudore.

Non vi è alcun requisito di capitale minimo qui. Perché ogni startup è diversa e quindi ha esigenze diverse. Dovrai controllare le cose calcolando di quanto l'azienda avrà bisogno fino a quando non diventerà redditizia.

Alcune aziende hanno bisogno di poco capitale, mentre altre sono più ad alta intensità di capitale. Tuttavia, alcune attività o prodotti possono diventare rapidamente redditizi, mentre altri hanno bisogno di più tempo.

Inoltre, non esiste un periodo di tempo fisso qui, ma la maggior parte delle aziende va in pareggio tra 6 mesi e 3 anni. Quindi, dovresti essere pronto a resistere fino a 3 anni, anche se il pareggio può arrivare prima.

Il pareggio è quando la tua azienda guadagna abbastanza per compensare i suoi costi di gestione. Quindi, una volta che guadagna più di quanto serve per gestirla, l'azienda è diventata redditizia.

Vantaggi del bootstrapping

Ci sono molti vantaggi nel avviare una startup, anche se alla fine dipende dalla tua storia e da ciò che speri di ottenere.

Ecco alcuni dei principali vantaggi:

  • Indipendenza – Essere un capo significa che puoi fare quello che vuoi, quando vuoi. Nessuno a cui rispondere, nessun investitore a cui accontentare.
  • Mantieni il controllo – Molte grandi aziende hanno perso i loro valori fondamentali perché il denaro e l'influenza degli investitori si sono insinuati nell'azienda. Avviando la tua startup, mantieni il controllo completo dell'impresa.
  • Focus – La mancanza di un investimento esterno significa che puoi concentrare le tue energie sugli obiettivi principali della tua azienda e non sui desideri di nessun investitore. Puoi mirare a fornire un valore migliore per i tuoi clienti, invece di un maggiore profitto per gli investitori.
  • Zero o meno debiti – Essere senza debiti comporta una grande sensazione. È molto meglio quando non hai obblighi nei confronti di nessuno.
  • Senso di realizzazione: se riesci a farcela e la startup matura in un'azienda redditizia, allora diventi un eroe. Ti sentirai bene con te stesso e tutti i tuoi sforzi e sacrifici ne varranno la pena.

Svantaggi del bootstrapping

Il bootstrapping ha anche i suoi svantaggi perché costruire un'azienda può essere un lavoro difficile. Soprattutto con capitale limitato.

Ecco i principali vantaggi:

  • Rischio di fallimento più elevato: il motivo principale per cui le aziende falliscono è perché hanno esaurito i soldi. Quindi, una startup avviata con fondi limitati ha automaticamente un rischio di fallimento più elevato.
  • Stress da flusso di cassa – Essere costretti a lavorare con fondi limitati significa che dovrai ottimizzare e riottimizzare le strategie per risparmiare qua e là il più possibile.
  • Lavoro extra: dovrai anche lavorare molto di più per sbarcare il lunario.
  • Crescita ostacolata – L'espansione del business di solito richiede denaro. Quindi, se i fondi sono limitati, la startup potrebbe non espandersi così rapidamente come sarebbe se ci fosse abbastanza capitale.
  • Stress – Essere un fondatore è già abbastanza stressante. Gestire una startup con un budget irrisorio lo è ancora di più. E influenzerà le tue relazioni.

Fasi di bootstrap di una startup

Ci sono 3 fasi che una startup bootstrap deve attraversare prima di diventare un'azienda matura. Sono l'inizio, il finanziamento del cliente e le fasi del credito.

Ecco uno sguardo più da vicino:

  1. Fase iniziale – Questa è la prima fase dell'avvio. Il fondatore usa i suoi risparmi per avviare l'azienda e può anche prendere in prestito da familiari e amici. A seconda del tipo di attività, il fondatore potrebbe avere ancora un altro lavoro o concentrarsi a tempo pieno sulla startup, se ha abbastanza capitale.

  2. Fase finanziata dal cliente – Man mano che l'azienda cresce e le entrate aumentano, arriverà un punto in cui le entrate generate dall'azienda saranno sufficienti per mantenerla in funzione. E tutti gli extra sono profitto. Ma poiché si tratta di un'azienda in crescita, molti fondatori scelgono di reinvestire gran parte dei profitti nell'azienda.

  3. Fase di credito – A questo punto, l'azienda è maturata e produce un profitto costante e salutare. Ma ci può essere ancora spazio per crescere o concorrenti da affrontare, e questo può richiedere un ingente investimento. In una situazione del genere, il fondatore può prendere un prestito o ottenere un finanziamento di capitale di rischio. In molte situazioni, tuttavia, non si arriva mai a questo se il flusso di cassa dell'azienda è sufficiente.

Metodi di finanziamento

Sebbene il finanziamento del capitale di rischio sia fuori questione in una startup avviata, il fondatore deve comunque fornire il capitale per gestire l'attività. Ecco le migliori fonti di finanziamento per una startup avviata.

  • Risparmio personale – Questa è la principale fonte di finanziamento per la maggior parte delle startup bootstrap. Il fondatore usa i suoi risparmi o eredità per finanziare l'impresa sperando per il meglio.

    Non commettere errori, però, questo percorso è come un'arma a doppio taglio. Se hai successo, allora sei un eroe. Se fallisci, fallisci duramente, perché stai rischiando tutto. Ma per coloro che hanno abbastanza fondi, questo non è un problema.

  • Amici e famiglia – La seconda migliore fonte di finanziamento per le startup bootstrap. Se riesci a convincere tuo fratello, sorella, mamma, papà, zii o moglie della tua idea, allora fantastico. Ma devi stare attento qui.

    Litigare per soldi con i parenti è disordinato. Quindi evitalo se puoi. Ma se hai una famiglia o parenti benestanti, allora fallo. Jeff Bezos, il fondatore di Amazon.com, ha inizialmente finanziato Amazon con il fondo pensione di $ 300,000 dei suoi genitori. Oh, e continuavano a chiedergli "Cos'è Internet?". Era il 1994.

    Altri fondatori includono Michael Dell, che ha ottenuto ben $ 1,000 per avviare DELL Computer nella sua stanza del dormitorio. Facebook ha anche ricevuto finanziamenti dai genitori di Zuckerberg e Saverin. E anche l'uomo più ricco dell'Africa, Dangote, ha ottenuto un prestito da suo zio.

  • Debito personale – Un'altra strada è quella di contrarre debiti personali. Questo può variare dai debiti della carta di credito a qualsiasi altra cosa che puoi ottenere a tuo nome. Ma attenzione, perché se le cose non funzionano, la tua solvibilità ne risentirà.

  • Crediti commerciali – Le startup possono anche ottenere aiuto sotto forma di credito da altre aziende. Se hai un fornitore, ad esempio, puoi negoziare per pagare dopo 30 o 60 giorni per aiutare la tua attività a crescere. Molte aziende sono felici di farlo per i propri clienti aziendali.

  • Sussidi e sovvenzioni - Guardati intorno. È probabile che ci sia un programma governativo intorno a te di cui puoi beneficiare. Questo è particolarmente per le industrie o le attività che desiderano supportare.

    Non devi vergognarti di accettare denaro del governo, purché tu lo usi per lo scopo giusto. Un rapporto del 2015 su Elon Musk ha rilevato che le sue 3 società, Tesla, SolarCity e SpaceX, hanno beneficiato di un totale di 4.9 miliardi di dollari in sussidi governativi statunitensi.

Strategie per il successo

Le cose possono diventare difficili quando si avvia una startup perché si opera con fondi limitati, a differenza delle startup che ricevono finanziamenti.

Il successo della tua impresa, quindi, dipenderà molto dalle tue intuizioni e dalla tua creatività. Dovrai imparare a fare le cose in modo diverso per sopravvivere o addirittura prosperare.

Ecco alcune strategie da considerare:

  • Inizio Piccolo – Il miglior consiglio per qualsiasi fondatore. Non importa quanto grande vuoi che la tua azienda diventi, ogni imprenditore ti dirà la stessa cosa. Inizia in piccolo, poi cresci da lì.

  • Conosci il tuo mercato – L'industria del capitale di rischio è diventata così ridicola che le aziende ricevono persino finanziamenti per aiutare a capire il loro mercato. Ascolta, se conosci bene il tuo mercato, la tua impresa dovrebbe essere redditizia entro un anno o anche pochi mesi dal lancio.

  • Conosci i tuoi clienti – Il tempo per la redditività della tua startup dipende da quanto comprendi i tuoi clienti. Concentrati sui tuoi clienti e scopri cosa vogliono e come lo vogliono. Quindi, daglielo. I clienti sono la linfa vitale di qualsiasi attività.

  • Sporca le mani – Assumi più ruoli possibili nei primi anni della tua startup. Questo è molto importante perché un buon CEO conosce ogni parte della sua attività. Risparmierai anche un sacco di soldi, svolgendo molte attività da solo fino a quando l'impresa non diventerà redditizia.

  • Dai priorità alla redditività – Ciò significa che dovresti arrivare al cuore delle tue operazioni aziendali il più rapidamente possibile. Dimentica prima di perfezionare il tuo prodotto. Lancia il tuo prodotto minimo vitale il più rapidamente possibile. Poi guarda come vanno le cose da lì.

  • Sii efficiente in termini di capitale – Di fronte a una scelta tra un prodotto o servizio rispetto a un altro e tutto si riduce al prezzo, scegli il prodotto più economico. Inizia in piccolo e offri prodotti efficienti in termini di capitale. Quindi, offri un prodotto o un servizio più costoso solo quando te lo puoi permettere.

  • Competenze complementari – Nessuno sa tutto. Quindi, quando stai considerando un co-fondatore o un membro del team, è meglio scegliere qualcuno con un set di abilità che integri le tue.

  • Network NetPoulSafe – Cerca di contattare persone che la pensano allo stesso modo. Esci, socializza, incontra persone, parla di affari, vai a fiere e altri eventi simili. Con un po' di fortuna, puoi scoprire nuovi partner commerciali, clienti, fornitori, e così via.

  • Automatizza – Passando all'automazione all'inizio del tuo viaggio, risparmierai molto tempo, aumenterai l'efficienza e risparmierai un sacco di soldi. Questo crea più tempo libero per impegnarsi nelle aree più importanti della tua attività. Quindi, automatizza il più possibile.

Bootstrapping vs finanziamento VC

Capitale di rischio ha i suoi vantaggi. Ma il problema è che molti fondatori si sono messi in testa di aver bisogno di investimenti esterni per avviare un'azienda. La semplice verità è che puoi avviare e far crescere una startup da solo.

Quindi, se hai quello che serve, per favore, avvia la tua startup. Ma mantieni sempre una mente aperta e sii pronto a utilizzare il capitale di rischio quando non hai altre alternative.

Dato il recente clamore del finanziamento del capitale di rischio e delle valutazioni di avvio, potresti essere sorpreso dal numero di startup che sono state avviate fino alla maturità.

Qui ci sono solo alcune:

AziendaFamoso per
GitHubPiattaforma di sviluppo software e controllo versione
Computer DellAzienda tecnologica multinazionale
ZohoPiattaforma SaaS per aziende con oltre 60 milioni di clienti
Apple Inc.Azienda iconica e marchio più prezioso del mondo
MailchimpOttima piattaforma di email marketing
CiscoLeader mondiale nelle apparecchiature di rete
MicrosoftLa più grande azienda di software per fatturato
Campo basePiattaforma di gestione dei progetti SaaS

Conclusione

Siamo giunti alla fine di questa esplorazione dei pregi e dei demeriti del bootstrapping di una startup. E devi anche aver intravisto ciò che ci aspetta.

La verità, tuttavia, è che gli affari sono sempre un'impresa rischiosa. E la posta in gioco aumenta quando lo finanzi con i tuoi soldi.

Ma se consideri tutte le startup che hanno avuto successo grazie al bootstrap, scoprirai che il successo è possibile quando l'azienda è giusta. Quindi, chiediti se l'attività o l'opportunità della tua startup è giusta e dovresti sapere cosa fare.

Nnamdi Okeke

Nnamdi Okeke

Nnamdi Okeke è un appassionato di computer che ama leggere una vasta gamma di libri. Ha una preferenza per Linux su Windows/Mac e lo sta usando
Ubuntu sin dai suoi primi giorni. Puoi beccarlo su Twitter tramite bongotrax

Articoli: 278

Ricevi materiale tecnico

Tendenze tecnologiche, tendenze di avvio, recensioni, entrate online, strumenti web e marketing una o due volte al mese

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *